Benvenuto su ArcheoAmbiente
      Login/Crea Account
FAQ Scrivi all'Associazione Archivio Cerca nel sito          
Men¨
Home
Chi siamo
Dove siamo
News
AttivitÓ
Rievocazione Storica e Palio dello Doppiero
Pubblicazioni
Ricerche sul territorio
Reportage fotografico
Links
Contatti
Statistiche
CittÓ
Storia
Monumenti
Chiese
Feste e Ricorrenze
Immagini
Folklore
Biga
Museo della Biga
Farro
Ferro
Meteo giornaliero
Live Webcam
Elenco telefonico
Il Narrare e lo Spigolare di Patrizia Penazzi
Rievocazione Storica e Palio dello Doppiero
Operazione recupero Biga
Carlo Innocenzi (compositore)
ArcheoAmbiente-News 29 giugno 2012 - Consiglio comunale: Relazione del Sindaco al Conto Consuntivo 2011......

Considerato che il Servizio Finanziario in ottemperanza al decreto legislativo 267/ 00 articoli 189/190/227 ha richiesto a tutti i responsabili dei servizi l’elenco delle somme da conservare a residuo attivo e passivo ed avendo esaminato i prospetti trasmessi dai competenti responsabili dei servizi con indicati gli importi da mantenere e da eliminare ha dato atto,con una propria relazione trasmessa al Sindaco, che tutte le somme inserite in tali elenchi hanno le caratteristiche prescritte dall’art. 189 del D:Lgs n 267/2000 per quanto attiene i residui attivi, e che tutte le somme riportate fra i residui passivi concernono obbligazioni giuridicamente perfezionate, ovvero costituiscono impegno di spesa ai sensi dell’art. 183 e con osservanza di quanto stabilito dall’art 190 del D.Lgs n 267/2000.

In seguito a ciò è stata adottata la determinazione del servizio finanziario di ricognizione dei residui attivi e passivi n.74 del 27/04/2012 riguardante la ricognizione prevista dall’attuale ordinamento dei residui attivi e passivi del bilancio del nostro ente locale.
Con delibera di giunta sindacale n. 44 del 12/06/2012 e’ stato approvato il Consuntivo anno 2011.
L’inventario risulta aggiornato al 31/12/2011 con etichette ed elenchi dei beni dell’ente aggiornati annualmente dalla Ditta Strategia Spa.

In pratica, in maniera molto semplicistica,i residui attivi e passivi sono i crediti e i debiti che l’ente locale, nell’esercizio di competenza non è riuscito ancora a riscuotere o a pagare.
La ricognizione dei residui attivi è una operazione molto importante ai fini della preparazione del bilancio previsionale per il consolidamento del bilancio consuntivo non solo perché costituisce la continuazione dell’attività gestionale del bilancio, in termini di competenza, riferita agli esercizi finanziari chiusi ma soprattutto perché partecipa al risultato di amministrazione nel sistema finanziario degli enti locali.
Il risultato di amministrazione è la somma algebrica del fondo di cassa (+)307.403,32, dei residui attivi (+)1.455.982,82 e dei residui passivi (-)1.619.974,50 + riscossioni 942.721,38 – Pagamenti 1.083.032,19 con un avanzo di € 3.100,83
Il bilancio di previsione viene formato mettendo come prima posta il risultato di amministrazione precedente € 28.777,64 da qui l’importanza di un corretto accertamento delle voci che lo compongono anche in relazione al fatto che gli enti locali, come rileva la Corte dei Conti, molto spesso ricorrono al meccanismo dell’accertamento falsato di residui attivi per nascondere i propri deficit di bilancio.
Non è buona norma mantenere in bilancio residui troppo vetusti, addirittura inesistenti e che, quindi, non si tramuteranno mai in disponibilità finanziaria, comporta una dilatazione ingiustificata dell’avanzo di amministrazione che se da un lato consente nell’immediato il pareggio di bilancio e di disporre artificialmente di capacità di spesa, dall’altro comporterà inevitabilmente negli anni il dissesto finanziario.
A partire dal 2013, con il decreto “Salva Italia” i bilanci finanziari annuale e pluriennale avranno carattere autorizzatorio e in base a questa nuova normativa le Regioni e gli altri enti non potranno più ricorrere al meccanismo dei residui anche per “ nascondere” i deficit effettivi. Peraltro il Decreto attuativo prevede che, nel primo anno di sperimentazione, si procederà al riaccertamento dei residui attivi e passivi per eliminare quelli cui non corrispondono obbligazioni perfezionate e scadute alla data del 31 Dicembre del primo esercizio di sperimentazione. Una sana amministrazione deve provvedere ad un corretto accertamento dei residui attivi affinché la sua capacità di spesa sia reale e veritiera.
Ringrazio della collaborazione attiva profusa da tutto il personale che ha partecipato alla redazione del consuntivo con precisione e puntualità. Il ritardo con il quale ci presentiamo a questa scadenza, che di norma è il mese di Aprile, è stato dovuto ai tempi tecnici del cambio di amministrazione e alla nomina del nuovo Revisore.

Il Sindaco
Marisa Angelini
indietro...

Pagine di utilitÓ
 

Articolo più letto relativo a ArcheoAmbiente-News:


 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


ę 2003 - 2018 Progetto e grafica Patrizia Penazzi - Testi e contenuti a cura di Patrizia Penazzi

Informazioni Legali
I testi e gli elementi grafici pubblicati nel sito non possono essere replicati: su altri siti Web, mailing list, newsletter, riviste cartacee, cdrom, senza la preventiva autorizzazione indipendentemente dalle finalitÓ di lucro. L'autorizzazione va chiesta per iscritto alla gestione del sito e potrÓ essere ritenuta concessa soltanto dopo preciso assenso scritto.
I trasgressori saranno perseguiti nei termini di legge