Benvenuto su ArcheoAmbiente
      Login/Crea Account
FAQ Scrivi all'Associazione Archivio Cerca nel sito          
Men¨
Home
Chi siamo
Dove siamo
News
AttivitÓ
Rievocazione Storica e Palio dello Doppiero
Pubblicazioni
Ricerche sul territorio
Reportage fotografico
Links
Contatti
Statistiche
CittÓ
Storia
Monumenti
Chiese
Feste e Ricorrenze
Immagini
Folklore
Biga
Museo della Biga
Farro
Ferro
Meteo giornaliero
Live Webcam
Elenco telefonico
Il Narrare e lo Spigolare di Patrizia Penazzi
Rievocazione Storica e Palio dello Doppiero
Operazione recupero Biga
Carlo Innocenzi (compositore)
ArcheoAmbiente-News 27 dicembre 2010 - Ritrovati in grotte siberiane genomi di antichi umani geneticamente legati agli uomini d’oggi…..

I ricercatori hanno scoperto prove di un gruppo distinto di "arcaici" esseri umani già esistenti al di fuori dell'Africa più di 30.000 anni fa in un momento in cui gli uomini di Neanderthal si pensa che abbiano dominato l'Europa e l'Asia. Ma mostra i test genetici che i membri di questo nuovo gruppo non erano uomini di Neanderthal, e si incrociarono con gli antenati di alcuni esseri umani moderni che sono vivi oggi.

La rivista Nature segnalato il ritrovamento di questa settimana. La National Science Foundation Cognitiva e Comportamentale Sciences Division parzialmente finanziato la ricerca.

Un team internazionale di scienziati guidati da Svante Pääbo al Max Planck Institute di antropologia evolutiva di Lipsia, in Germania, ha usato una combinazione di dati genetici e l'analisi dentali per identificare una popolazione precedentemente sconosciuta dei primi umani, che i ricercatori chiamano "Denisovans." Il nome è stato preso da Denisova Cave nel sud della Siberia, dove gli archeologi presso l'Accademia Russa delle Scienze ha recuperato un osso nel 2008.

Sequenziamento genetico di DNA estratto da un osso dito di una ragazza 5-10 anni dalla grotta rivelato che lei non era né uomo di Neanderthal, né un essere umano moderno, ma condiviso di antica origine con Neanderthal. L'analisi genetica ha anche dimostrato di aver una storia molto diversa, in quanto scissione da uomini di Neanderthal, i ricercatori hanno concluso.

Un dente, anche nella Grotta Denisova, completato la prova genetica. "Il dente è semplicemente fantastico, " ha detto Bence Viola, paleoantropologo presso il Max Planck Institute. "Questo ci consente di collegare le informazioni morfologiche e genetiche."
Analisi del dente ha rivelato una forma che non rientra normale variazione tooth tipicamente osservati in uomini di Neanderthal e l'uomo moderno, che fornisce ulteriori prove del ominidi Denisova sono un gruppo evolutivamente distinte.

Un altro tipo di analisi riportata da autori dello studio hanno mostrato Denisovans contribuito 4-6 per cento del loro materiale genetico il genoma di oggi della Nuova Guinea. "Sono gli antenati delle persone in Papua Nuova Guinea, ma non della grande maggioranza delle persone in Eurasia", ha detto David Reich, un genetista della Harvard Medical School di Boston, che ha guidato la ricerca di analisi genetica delle popolazioni.

Mettendo a confronto il materiale genetico del Denisovans a diversi esseri umani moderni, gli autori rivelare un episodio non ancora caratterizzati in precedenza del flusso genico tra esseri umani "arcaico" e moderna.

Fino all'anno scorso, la vista mainstream in genetica era che l'uomo moderno ha ereditato in sostanza il loro trucco intero DNA di individui Neanderthal legati quando hanno migrato dall'Africa 40, 000-55, 000 anni fa. E 'stato ipotizzato hanno completamente sostituito gli esseri umani che la migrazione prima di loro, tra cui l'uomo di Neanderthal i cui antenati probabilmente fatto il pellegrinaggio di centinaia di migliaia di anni prima.

Ma sequenziamento e l'analisi del genoma di Neandertal, all'inizio di quest'anno ha mostrato questo non era il caso. Neanderthal non sono stati completamente sostituiti, ma invece contribuito 1-4 per cento del loro materiale genetico a tutti i moderni non africani prima di morire fuori. La scoperta, sulla base di Neanderthal scoperto a Cave Vindija in Croazia, hanno dimostrato che gli esseri umani moderni al di fuori dell'Africa non sono tutti discendenti da un unico out-of-Africa migrazione.

"Abbiamo trovato prove di un secondo evento flusso genico, nonché da una popolazione di origine diversa e in una serie più ristretta di moderni gruppi umani", ha detto Reich. "Il primo evento il flusso di geni sembra essere stata da una popolazione strettamente legati al Neanderthal, mentre il secondo evento di flusso genico è stato da una popolazione molto più strettamente correlati alla Denisovans ".

La nuova ricerca suggerisce piuttosto che essere un fatto irregolare, mescolanza fra le popolazioni umane divergevano potrebbe essere stato comune. "In combinazione con la sequenza del genoma di Neandertal, il genoma Denisovan suggerisce un quadro complesso di interazioni genetiche tra i nostri antenati e diversi gruppi di ominidi antichi", ha detto Pääbo, uno dei fondatori del campo di DNA antico.

Denisovans è probabile che siano stati diffusi in una vasta banda di Eurasia, dal momento che Denisovans deve avere non esistevano solo in Siberia, ma anche migliaia di chilometri più a sud lungo il percorso degli esseri umani moderni la migrazione fuori dall'Africa in via di Nuova Guinea. Tuttavia, molto meno si sa di questa popolazione archeologicamente o morfologicamente più che il Neanderthal e gli esseri umani moderni che sono stati loro contemporanei nella parte occidentale di Eurasia e in Africa.

"Ci auguriamo che questi risultati saranno sperone archeologi e paleontologi per lo studio dei siti occupati da Denisovans", ha detto Reich. "Tutto quello che abbiamo ora è un osso dito, un dente, e un genoma. Tuttavia, oggi sappiamo che questa popolazione esistito, e le nuove scoperte archeologiche dovrebbe rivelare molto di più circa la loro morfologia e della cultura materiale ".
"Tecnicamente, la scoperta e la definizione di questa nuova popolazione in base al suo DNA, i modelli, piuttosto che la morfologia, è anche affascinante, " ha detto Reich. Tradizionalmente, le popolazioni di ominidi sono definiti sulla base di studi della loro forma fisica e la struttura. Definizione dei quali basati sul DNA è una cosa resa possibile solo dalla recenti progressi nella tecnologia del DNA, e può essere un precursore per il futuro.

Fonte: http://scienceblog.com
indietro...

Pagine di utilitÓ
 

Articolo più letto relativo a ArcheoAmbiente-News:


 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


ę 2003 - 2018 Progetto e grafica Patrizia Penazzi - Testi e contenuti a cura di Patrizia Penazzi

Informazioni Legali
I testi e gli elementi grafici pubblicati nel sito non possono essere replicati: su altri siti Web, mailing list, newsletter, riviste cartacee, cdrom, senza la preventiva autorizzazione indipendentemente dalle finalitÓ di lucro. L'autorizzazione va chiesta per iscritto alla gestione del sito e potrÓ essere ritenuta concessa soltanto dopo preciso assenso scritto.
I trasgressori saranno perseguiti nei termini di legge